Essere naturali, nella personalità e nell’aspetto, è la prerogativa delle contemporary brides che perseguono da un po’ di anni un unico imperativo: essere se stesse anche nel giorno più importante della propria vita.

E in fatto di make up, i nude look dettano il trend del momento. “Nell’era dell’iper realismo anche il concetto di maquillage cambia – asserisce Melka Fiore, Make-up designer & Wedding beauty specialist – La realizzazione di un nude look passa per la naturalezza del viso, pertanto realizzarlo vuol dire rispettare il più possibile le peculiarità del volto. La componente essenziale è creare il giusto equilibrio tra la semplicità del viso e l’esaltazione dei dettagli che non devono mai essere lasciati al caso per garantire un aspetto curato”.

Filosofia di fondo di Melka è che il make up perfetto – anche quello delle nozze – parte dalle abitudini di trucco, in quanto racconto della personalità e delle abitudini della persona, in un gioco di armonia con l’abito scelto e tutti gli elementi del look. La scelta del trucco per il wedding day è preceduto da una prova generale, un momento di alta creativitá che definisce colori, intensità e sfumature, per regalare i tratti dell’unicità, per cristallizzare sul tuo volto quell’attimo di bellezza che parla d’eterno.

“L’ottima riuscita del make up non prescinde dalla cura della pelle. Skin care e cura quotidiana del viso con una beauty routine ah hoc sono fondamentali per contrastare i segni del tempo, evitare rossori o discromie troppo evidenti. Pertanto, dopo aver idratato al meglio il viso, si procede alla realizzazione del make up con una leggera applicazione di correttore e fondo; a seguire un leggerissimo infoltimento delle sopracciglia. Fissato il tutto, si passa poi all’applicazione del mascara ed infine un tocco di colore rosato sulle guance e per le labbra dei gloss che diano luminosità all’incarnato”.

Pochi passaggi semplici per esaltare la freschezza e la trasparenza della pelle. Decisamente più indicato per la stagione estiva, il bronze make up è perfetto quando la pelle è baciata dal sole e il suo colorito dorato fa risaltare l’abito bianco. “Questa tipologia di make up – descrive Melka – varia a seconda della carnagione. Pertanto, la realizzazione risulta molto complessa e non permette l’utilizzo della medesima di colori per tutte, nello specifico per le spose per cui è effettuato uno studio completo di analisi del volto per garantire in risultato unico e perfetto”.