Una nuova edizione di Sì Sposaitalia Collezioni sta per cominciare: dal 5 all’8 aprile a Fiera Milano City, riparte il salone dell’abito da sposa, sposo e cerimonia più atteso dall’universo bridal e in particolar modo da buyer nazionali ed internazionali. Un nuovissimo format è stato studiato affinchè la fiera possa essere sempre più funzionale al business e attenta ai cambiamenti di mercato. Per questo motivo, come più volte dichiarato dalla direttrice della kermesse, Simona Greco, l’idea era quella di “costruire” una fiera che non si circoscrivesse per quattro giorni nelle mura di un padiglione ma fosse un’esperienza a 360° da vivere in fiera e in città.

La prima novità è l’anticipazione delle date: l’evento milanese si propone da capofila di un calendario unico che ufficializza tutti gli eventi e le sfilate durante la bridal week milanese, così da essere uno strumento utile e fondamentale per tutti i professionisti del settore, agevolando i buyer nazionali e internazionali e le aziende espositrici. Sì Sposaitalia Collezioni inaugura quello che gli addetti del settore conoscono come il mese della sposa e anticipa di gran lunga tutti gli appuntamenti che ruotano intorno al wedding facendo della kermesse milanese l’appuntamento immancabile.

Tantissime novità anche riguardo le aziende espositrici: a seguito di un attento lavoro di scouting, nei padiglioni meneghini sono raggruppati i nomi leader della moda sposa, sposo e cerimonia convogliando nello stesso tempo solo i top player del settore. Fittissimo anche il calendario delle sfilate. Come sempre, il catwalk inaugurale è affidato ad Elisabetta Polignano, seguita da Maison Signore – che esporrà le sue creazioni direttamente nello stand – e Lusan Mandongus. A chiudere il primo giorno di fiera, la seconda edizione del Sì White Carpet, la cui direzione artistica è affidata anche per quest’anno a Giusy Ferrè.  L’evento porterà in passerella le grandi aziende del segmento wedding, che anche per questa edizione collaboreranno in sinergia con i nomi più contemporanei del prêt-à-porter. L’eccellenza manifatturiera e l’heritage di lungo corso incontrano la creatività della nuova generazione di designer e danno vita a collezioni inedite, che spaziano dalla dimensione bridal a quella della cerimonia per il giorno delle nozze. Gli abiti proposti saranno infatti unici – nella forma, nei tagli e nei colori – fortemente distinti dalla collezione già presentata nel contesto fiera da ciascuna maison. Sperimentazioni stilistiche che vogliono indagare tutte le possibilità dell’abito per la cerimonia. Savoir faire e stile rimangono i principi cardine di un progetto che, partendo dalle solide basi del passato, riscrive i codici di un futuro che deve saper rispondere alle mutate esigenze della società, anche quando coinvolgono il più classico dei cerimoniali.

Ad aprire la kermesse il secondo giorno di fiera sarà la passerella di Enzo Miccio, seguita da Blumarine e da Emiliano Bengasi: i tre nomi della moda bridal italiana saranno poi accompagnati da una solida realtà della luxury couture quale Giada Curti fino alla special night, organizzata in collaborazione con Antonio Riva. Nella giornata di domenica spazio anche  alla cerimonia maschile con le sfilata di Petrelli e Musani mentre per la moda sposa in passerella gli abiti di Amelia Casablanca, Julia Kontogruni e Papilio.

L’eccellenza dell’alta sartoria italiana sarà presente in grande stile in fiera con i designer più rappresentativi del settore tra cui spiccano i nomi di Amelia CasablancaAntonio Riva MilanoBellantuonoBlumarineCreazioni Maria PiaDalinElisabetta PolignanoLe Spose di Giò, Luisa Sposa e Maison Signore. Sul fronte internazionale si registrano nuovi ingressi tra i brand più interessanti del settore bridal come Tony Ward CoutureZac PosenRachel Gilbert e Yukinori Morinaga che si aggiungono alle importanti conferme di Allure e Justin Alexander.

Nel settore cerimonia uomo confermate le presenze di Andrea VersaliLebolePat MasedaPetrelli Uomo, Maestrami Cerimonia e Scribano; new entry d’eccezione l’azienda Lubiam, con le collezioni Lubiam 1911 Cerimonia e Luigi Bianchi Mantova Flirt. Anche il ceremony look si giocherà un ruolo da protagonista a Milano con le importanti conferme dei grandi player libanesi, spagnoli e italiani come Gatti Nolli CoutureGiada CurtiMatilde CanoCarla RuizMaria Coca e Sonia Pena a cui si aggiunge per la prima volta il marchio statunitense Sherri Hill. Le oltre 200 collezioni selezionate che saranno presenti conferiscono a Sì Sposaitalia Collezioni il titolo di  piazza privilegiata per farsi conoscere e farsi apprezzare dai buyer provenienti da tutto il mondo.