Un pò nostalgico, per alcuni retrò. O forse datato e decontestualizzato per la categoria degli scettici circa il fatto che nella moda tutto torna prima o poi. Perfetto per le temperature polari e decisamente cool e di moda per la stagione invernale. Il cappotto in sherling mette d’accordo uomini e donne, passpourt dell’armadio dell’uno quanto dell’altra, per quel gioco di contaminazioni ca cui la moda ci ha abituati da un pò di anni. Passato il tempo delle leather jacket, è il momento di indossare un capo che sia caldo e allo stesso tempo fashion, cool e ricercato. Il caldo montone con cui avvolgersi come una morbidissima armatura è il must per lo urban street style.

Da sinistra Salvatore Ferragamo, Michael Kors, Salvatore Ferragamo

Il cappotto shearling è la terza opzione, quella che si colloca tra il capospalla in panno di lana e il piumino. A catalizzare l’attenzione è la pelliccia che fuoriesce, perfetta per affrontare anche gli inverni più ostinati. Per questa stagione la moda uomo non si lascia cogliere impreparata ed è senza dubbio prodiga di capispalla di ogni genere. Per quanto riguarda lo shearling, Salvatore Ferragamo fa un ritorno agli anni ’70 e opta per un lungo cappotto in testa di moro che richiama le forme del classico montone. In versione corta, lo stilista predilige in questo caso cromie morbide e chiare, come il panna. Versione cammello invece in casa Michael Kors, ove il capo della stagione è in versione cammello e con contorni di pelliccia anche per le cuciture esterne.

 

Da sinistra Antonio Marras e Fendi

Più classica e chic è l’interpretazione della pelliccia di Antonio Marras che sceglie di adornarne solo il collo. Pelliccia dentro e fuori invece per Fendi che rivisita il miust di stagione in chiave decisamente young ma trendy.