<<Una cerimonia civile è un rito tutto da inventare: non c’è un copione già scritto e noi ci siamo divertite a crearne uno tutto nostro. La chiesa è stata il bosco, un posto magico e carico di spiritualità. A celebrare la nostra unione, un carissimo amico. Abbiamo condiviso con la nostra comunità – fatta di amiche, amici e parenti arrivati da tutta Italia – parole di amore e poesia. Ed è stata proprio questa comunità , in corteo, ad accompagnarci verso “l’altare”. Per la festa, abbiamo ricreato il clima gioioso e informale di una scampagnata, all’insegna del buon cibo e di balli scatenati che sono andati avanti fino a notte>>. 

Chiara, la sposa.

In un caldo sabato di settembre, Chiara e Viola si sono dette Sì. Il bosco di Sovicille, un borgo poco distante da Siena, ha fatto da cornice a questa toccante cerimonia civile.

Garofani, roselline e margherite: i fiori – rigorosamente di campo – sono stati disposti dalle amiche di Chiara in barattolini della marmellata e vecchie bottigliette di vetro raccattate qua e là. Una vera e propria scampagnata domenicale all’insegna della convivialità e del relax. Poiché i posti a tavola erano liberi, per gli ospiti sono stati messi a disposizione dei teli per fare un picnic sul prato e i giochi. In un niente è scattata una partita di calcetto!

Chiara ha scelto un modello boho-chic di Laure De Sagazan con coroncina di fiori by Agriflor Siena. Viola, un abito con giacca vintage customized by sartoria Taffetà di Velletri accessoriato con headband di Avigail Adam Jewelry.