Hanno sfidato l’afa con trentaquattro gradi all’ombra gli oltre duemila buyers della Rome Fashion Week 2019 provenienti da tutto il mondo, curiosi di conoscere le ultime tendenze per la sera e la cerimonia del 2020. La tre giorni di Alta Moda nei dodicimila metri quadri del primo padiglione della Fiera di Roma – di cui Mia Sposa Magazine è  Media Partner – ha svelato novità e grandi ritorni dell’haute couture e ha visto la presenza di tanti volti dello spettacolo ospiti di couturier ed imprenditori del lusso.

Oltre novanta gli espositori provenienti da tutto il mondo – con più di duecentocinquanta collezioni per il 2020 presentate in passerella – hanno anticipato le nuove tendenze in tre giornate di sfilate no stop.

“Un mercato, quello dell’Alta Moda” – dicono gli organizzatori di RFW2019 Fabio Ridolfi e Andrew Lookman – “che non sembra subire flessioni ed è in continua evoluzione grazie alla creatività degli stilisti e alla caparbietà di imprenditori del settore”.

Primo ad arrivare nello stand dell’imprenditore Paolo Vitale, l’attore e show man Massimo Boldi, in completo blu, cravatta in seta arancione e occhiali da sole, che scherza con le indossatrici avvolte in sinuosi abiti laminati.

Ecco Barbara D’Urso, in elegante completo gilet pantalone in micro-paillettes argento, scortata da bodyguard e accolta al suo ingresso con un coloratissimo bouquet di rose e profumate peonie nei toni del rosa. La pioggia di flash sulla regina del pomeriggio di Canale 5 accompagna lentamente la rassegna di D’Urso e Vitale sull’ultima collezione da sera, mentre i tanti fans si accalcano in trepidante attesa per un selfie con la loro beniamina.

Contemporaneamente, nell’area opposta, si consuma il défilé di Aida Yespica – giunta alla Rome Fashion Week con il fidanzato Giuseppe Lama, avvolta da un sensuale abito a sirena in seta e ricami nelle tinte smeraldo e turchese. La bella venezuelana – ospite dell’imprenditore campano Giuseppe Forino – chiude la sfilata tra gli applausi dei fans che la trattengono per uno scatto, prima del taglio della grande torta sulla passerella.

Gran via vai nello stand di Vitale, dove arrivano in successione Manuela Arcuri, in lamé azzurro, e la coppia Alex Belli e Delia Duran, avvolta da un miniabito total black con grandi bottoni dorati. Anche per loro, rassegna sulle collezioni prima del brindisi finale e omaggio floreale.

“Non ci aspettavamo una simile affluenza” – affermano, soddisfatti, i patron Ridolfi e Lookman  – “Aperta ai soli operatori del settore, questa manifestazione permette di vedere in anticipo le nuove collezioni del 2020 durante sfilate dedicate. Ma non tutto quello che è esposto sarà, di fatto, messo in commercio, per via del vaglio dei tantissimi compratori internazionali che ogni anno si accreditano. La RFW è, senza alcun dubbio, il miglior centro di acquisto del Sud Europa; un mix di aziende, design e collezioni di alta gamma provenienti da ogni parte del mondo, rivolto a compratori italiani e stranieri”.

Nei tre giorni di esposizione e passerelle presso la Fiera di Roma, maison di moda, stilisti e produttori hanno avuto la possibilità di creare la loro vetrina per accogliere buyer provenienti da oltre 40 paesi del mondo. Si tratta, soprattutto, di compratori e addetti stampa che arrivano da Stati Uniti, Germania, Austria, Svizzera, Francia, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Regno Unito, Italia, Grecia, Polonia, Federazione Russa, Bielorussia, Repubblica Ceca, Estonia, Croazia, Lituania, Romania, Serbia, Ucraina, Brasile, Dubai, Giordania e Arabia Saudita.

La RFW2019 rientra in un progetto internazionale di fiere dedicata all’Alta Moda Sera, Cerimonia e Sposa, con un occhio attento alle tendenze specifiche dei compratori nordeuropei.

Tra gli espositori: Musani, Nicole, Pronovias, Notaro, As Seleccion, Frank Lyman, Gattinoni, Gai Mattiolo, Maria Vittoria Vinci, Bianca Brandi, Maestri Group, Magia Moda, Christian Koehlert, Carla Ruiz e molti altri.

“Il nostro team” – chiosano Ridolfi e Lookman, che sono, anche, gli ideatori della Rome Bridal Week, la fiera degli abiti da sposa – “è in costante contatto con titolari di esercizi commerciali al fine di creare un rapporto di fiducia e sinergia. Grazie al nostro sito web, al servizio newsletter e al nostro magazine Fashion Biz (in italiano che in inglese) riusciamo a raggiungere oltre 4.000 negozi in Europa ed avere un polso attendibile di quello che, di volta in volta, richiede il mercato”.