C’era Venezia e la sua scenografia da togliere il fiato a fare da sfondo al Sì di Valentina ed Andrea. Un matrimonio da favola che gli sposi hanno scelto di celebrare in una città unica al mondo per spostarsi poi nella Torre dell’Arsenale, un vecchio complesso industriale ove le pietre a vista sono state esaltate dai giochi di luce ed ombre, resi perfetti dall’utilizzo di candele, acqua e ampolle di cristallo.

Un luogo divenuto incantato per quella notte, scenario di magia e di spettacoli d’amore, di acrobati e maschere veneziane. Senza contare tutto l’amore che si respirava nell’aria catturato dall’obiettivo di Serena Genovese.

Ph. Serena Genovese

Gli sposi: Valentina e Andrea

Dove: Torre dell’Arsenale, Venezia

Un Sì: religioso

Stile: essenziale minimalismo

Materiali: per la tavola, vetro, candele, ampolle di cristallo e orchidee. Un leggero filo di nastro ocra a chiudere il tovagliolo

Fiori: per il bouquet è stato creato un mix di orchidee, ortensie e rose, tutte rigorosamente bianche cui si è aggiunta della gypsophlia per le decorazioni in chiesa

Colori: bianco e oro

Mai senza: l’affetto e gli abbracci di amici e parenti

Curiosità: le fedi in argento, recanti all’interno i nomi degli sposi, hanno la forma di un bulbo metallico martellato