Celebrare il matrimonio al mare è il grande classico della stagione estiva: tutte le spose vogliono dire Sì guardando al tramonto di una spiaggia, magari deserta. E per organizzare il party al meglio abbiamo chiesto qualche consiglio a Sara Carboni della Sara Events, una wedding planner e creative designer specializzata in organizzazione di wedding day nella spettacolare cornice di Sardegna e Costa Smeralda. “Organizzare un matrimonio in spiaggia non è semplice, ci sono particolari tempistiche da rispettare e si lavora costantemente, anche nelle ore più calde. Per realizzare un ottimo lavoro, quindi, bisogna essere molto organizzati ed  avere un team efficiente”.

Ma come si mette in piedi un wedding beach party? “Errore comune è pensare che chi celebri le nozze al mare sia obbligato a rimanere ancorato, impigliato in quella tematica. Io, ad esempio quando comincio un progetto mi lascio guidare dall’ispirazione che arriva soprattutto dagli sposi e dalla loro personalità, amo i contrasti e mixo ogni dettaglio, studiando ogni particolare per dare un effetto wow agli allestimenti. Mi piace molto riportare lo stile romantico anche al mare e in questo caso utilizzo rose e peonie, soprattutto biache, oppure uno stile decisamente più wild – perfetto per le rive selvagge della Sardegna –  che faccia tornare alla mente le spiagge deserte per cui  scelgo legni sbiancati, piante grasse, tessuti naturali come il lino”.

Individuare la location giusta è il primo grande passo: “una spiaggia privata di un resort o di villa dove si possa avere la giusta intimità anche per scambiarsi le promesse. Il Sì in spiaggia ha il suo grande fascino, viverlo è come un film. Se poi lo si celebra in un luogo unico come la Sardegna con il mare cristallino, le bianche spiagge o le calette mozzafiato sarà sicuramente un ricordo indelebile per tutti gli invitati”.

Un segreto? “Consiglio sempre ai miei sposi il mese di luglio o fine giugno, in piena estate quando il tempo è  più certo. L’orario perfetto, nei mesi caldi, è approssimativamente intorno alle 18:30 – 19:00,  subito dopo la celebrazione rito è bellissimo fare il primo brindisi sulla spiaggia per poi spostarsi nel luogo del ricevimento.

E un errore da evitare? “Non coccolare gli ospiti con omaggi e cadeaux. In spiaggia una bella pashimina che li avvolga nelle ore più fresche è sempre un’ottima soluzione, così come le infradito se il party si svolge sulla spiaggia. Oppure, ancora, delle bottigliette d’acqua da far trovare vicino il luogo della cerimonia e degli ombrellini per potersi riparare dal sole  in certi orari. Ad un certo orario via i tacchi e spazio al divertimento con i piedi liberi di muoversi sulla sabbia e sotto un cielo stellato”.