Il lavoro nella prestigiosa catena di profumerie di famiglia, le collaborazioni con i grandi nomi del make-up e gli anni di studio a contatto con i più importanti truccatori nazionali ed internazionali, hanno fatto di Melka Fiore una professionista dinamica e versatile, oggi concentrata su diversi ambiti della professione: dai set fotografici alle passerelle bridal. Il tutto senza mai perdere di vista la personale formazione e quella degli allievi della sua Academy nonché l’attenzione al proprio make-up studio, uno spazio dove le donne e in particolare le future spose possono valorizzarsi e prendersi cura di sé.

Quale make-up preferiscono le spose per il giorno del Sì?

“Il trucco c’è ma non si vede”, questa la tendenza in fatto di bridal make-up anche se, nel tempo, qualcosa è cambiato. Il makeup deve avere sempre più qualcosa di glamour.  Il beauty non è più solo correttivo, il supporto correttivo è la base di un buon trucco, ma questo deve anche saper valorizzare la sposa e farla sentire a suo agio ed più che mai ‘attuale’. Per questo motivo, cerco sempre di adeguarmi a quelle che sono le richieste, aggiungendo però elementi di stile contemporaneo. Penso, infatti, che il bridal make-up non debba discostarsi troppo dal consueto make up ma lasciar emergere la personalità della donna e, allo stesso tempo, svelare la bellezza naturale. Le spose possono optare per un nude look dallo stile minimal e romantico o per un bridal make-up dai toni più decisi. Lo smokey eyes, molto amato dalle spose, può essere realizzato con nuance più delicate a seconda dei gusti: si può optare anche per l’intramontabile l’eyeliner – richiamando le grandi icone del cinema – accompagnato a scintille di luce glow sulla palpebra per offrire modernità! Per colei che non indossa il rossetto ogni giorno questo è paragonabile a un abito a cui non si può rinunciare. Perché farlo proprio quel giorno? Ciliegia, rosa tenue, coral trand e, perché no, rosso: l’importante è assicurare a ogni sposa il suo make-up.

Come nasce l’attenzione per la bio-cosmetica e quanto sono importanti i prodotti di origine naturale per assicurare un make-up perfetto il giorno del Sì?

L’interesse per l’aspetto bio della cosmesi è nato diversi anni fa. Oggi, grazie a una linea di prodotti di origine biologica, abbiamo elaborato un vero e proprio sistema di preparazione della pelle, a cui abbiamo dato il nome di “Beauty Skin Bride”, un vero e proprio concentrato di bellezza firmato Melka. Questi trattamenti, con cadenza settimanale o mensile, vengono effettuati nei mesi che precedono il matrimonio e si compongono di dieci step il cui obiettivo è donare alla pelle luce ed energia assicurando un perfetto bridal make-up. Pulizia, esfoliazione e idratazione sono i tre passaggi alla base del “Beauty Skin Bride”, capaci di garantire luminosità, levigatezza e freschezza al colorito del viso. Questo rituale di bellezza vede protagonisti alcuni prodotti diventati, ormai, irrinunciabili. Teaology è una linea di trattamenti che nasce dall’amore per il tè e per la cosmetica 100% naturale che ben si sposa con le nostre idee in fatto di bio-cosmetica. Tutti i prodotti della linea utilizzano un’innovativa tecnologia che permette di sostituire l’acqua con veri infusi di Tè, ricchi di proprietà anti-ossidanti.

Quanto è importante per te la formazione dei futuri bridal make up artist?

Fondamentale. Ogni giorno cerco di trasmettere la mia passione e di mettere al servizio delle ragazze il mio bagaglio di esperienze. La Melka Beauty Academy nasce con questo obiettivo, prende vita dal desiderio e dalla volontà di fornire gli strumenti e i contenuti formativi necessari ai futuri specialisti del settore beauty e make-up. La nostra offerta formativa è molto vasta, i nostri percorsi di studio promuovono la collaborazione con professionisti di make up, di fotografia, di cosmetologia e di hair-style.