Le nozze di Carly e Matt – americani, che hanno scelto la campagna toscana per scambiarsi le promesse davanti a una decina di ospiti – testimoniano come anche nella semplicità possano albergare numerosi contrasti. L’idea era esaltare in maniera essenziale ma chic l’interno in pietra della tenuta, già splendido con le sue pareti nude e consumate dal tempo.

Il lavoro del wedding planner si è così concentrato sugli accenti di luce e colore creando un evento dai toni rarefatti: la sala col camino dove si è svolto un piccolo rito simbolico ne è un chiaro esempio.

La fiamma delle candele e i fiori freschissimi sono stati i veri protagonisti dell’allestimento per restituire leggerezza a tutti gli ambienti scelti per il passaggio degli sposi. La fragranza dei fiori bianchi quali un mix di rose inglesi, giacinti, epidendrum, orchidee, narcisi, eucalipto e altre varietà di campagna ha inondato di buono le sale: ogni composizione ha conservato un carattere selvatico perché la natura fosse presente anche negli interni dove la festa si è spostata a causa della pioggia scrosciante.

Uno studio della palette cromatica sulla base degli ambienti preesistenti ha infine permesso l’inserimento, nella sala della cena, di elementi di rottura perfettamente in armonia col resto, come le sedie in policarbonato che completano lo scenario con un tocco di sorprendente modernità. Un’atmosfera intima e ricercata esaltata anche da accostamenti di colori quali giallo ocra e rosa antico con l’oro e l’argento, per esaltare le finiture interne dell’edificio.

Ph. Leila Scarfotti