Rosso come la passione e l’amore che lega i due innamorati: Giorgia Palmas e il suo abito scarlatto, firmato Atelier Emè, sono stati i protagonisti indiscussi del Gran Ballo di Montacarlo. Per la showgirl e il fidanzato, Filippo Magnini, è stata l’occasione per fare le prove di matrimonio che, secondo le indiscrezioni, potrebbe celebrarsi a marzo: i due hanno danzato come novelli sposi nella Salle Empire dell’Hôtel de Paris Monte Carlo circondati da abiti da ballo, frac e uniforme militari.

La favola, che ognuno di noi ha sognato sin da bambino, ha preso vita in una realtà immersa tra spettacoli stravaganti, si è svolta nel giorno di San Valentino nella cornice della cornice leggendaria della Salle Empire dell’Hôtel de Paris Monte Carlo.

 

Una scelta insolita ma decisamente top per Giorgia Palmas che, come una principessa d’altritempi, ha indossato il modello “Amalia” della collezione bridal Atelier Emè che racchiude tutti i canoni del ballgown: in preziosa organza ricamata con trasparenze disegnate da motivi floreali, corpino in raso fluido drappeggiato con scollo a cuore abbracciato da un fiocco in raso e profondi spacchi davanti che esaltano la femminilità.

Romantica e fiabesca, la Palmas ha perfezionato il look con un’elegante acconciatura con chignon alto e incrociato da un cerchietto luminoso, un collier in diamanti e un make up con smokey eyes molto intenso ma ricercato.

Quest’anno la coppia ha deciso inoltre di concedersi una breve fuga d’amore, preludio della luna di miele, nella città paradiso di Monte Carlo. Immersa tra suggestive location della costa, Giorgia ha scelto di indossare alcuni tra i fantastici abiti della collezione Party di Atelier Emè, spaziando da un miniabito in tulle leggero rosso, con gonna vaporosa rifinita da una sottile cintura in vita e bustier in raso opaco, oppure il lungo in jersey opaco e sensuale con drappeggio sul fianco e uno spacco femminile laterale, sino ad un modello dorato lungo e morbido, con schiena scoperta e fiocco sul retro.