Gianmaria e Giuseppe hanno un salone di acconciature per capelli, molto ben frequentato e rinomato per lo stile elegante. Si sono conosciuti sulle spiagge di Mykonos e si amano da circa dieci anni. Due splendide persone, gentili e di cuore. Un rito civile tanto atteso e sentito dagli sposi che ha destato gioia ma anche invidia.

Gli ospiti erano quasi 280 ma tante altre persone avrebbero voluto un invito. Per gli allestimenti, gli sposi hanno optato per uno stile rustico ed elegante per il momento del rito civile, decisamente sopra le righe per lo show. È stato un matrimonio molto movimentato dove gli eventi si sono susseguiti ad un ritmo incalzante, non c’è stato un minuto di pausa. Gli ospiti erano tutti stupefatti ed hanno ballato fin da subito creando un’atmosfera molto festosa allietata dalla musica di del dj resident del Muccassassina di Roma.

Curatissime le decorazioni: l’evento ha visto l’utilizzo di diverse specie di fiori quali delphinium, roses, allium, peonie, foglie di caladium ed eucaliptus, protea, qualche bacca di more ed eucalipto. La scelta delle nuance è stata il giusto compromesso: Gianmaria voleva tutto bianco, Giuseppe di tutt’altro avviso. La decisione finale ha privilegiato un mood board elegante ma molto particolare: i colori sono stati rosso fuoco, fucsia e viola, in linea sia con la tipologia di villa (con un tocco di decadenza) sia con il tipo di matrimonio inusuale

Giocolieri, trampolieri con ali luminose, ballerini in gabbie dorate vestiti di piume, un violinista con una gonna alta 5 metri e performance ispirate ai balletti di Lady Gaga con relativi Go-Go dancers hanno animato un party spettacolo del tutto unconventional.