Di origine ebraica, il baldacchino o houppa si trasforma in arco diventando il punto di forza per una scenografia di impatto. Must have del 2019, ancor più del 2020, scelto dai futuri sposi ed ideale sia per un matrimonio estivo che invernale, la struttura fiorita rende quel giorno indimenticabile e instagrammabile. Come altare durante il rito civile per lo scambio delle promesse o collocato all’entrata della chiesa, diventa cerchio che fa da sfondo al taglio della torta o allo sweet table.

 

Semplice ed interamente arricchito da rose è il trend natural romantic, il più richiesto probabilmente per le sue note decisamente delicate. Composto da una variegata selezione di fiori dai colori molto vivaci, l’arco, così declinato, si presta per un wedding all’aperto ed estivo. Se la stagione è fredda assume, invece, note rustiche e si arricchisce di rami secchi, foglie e rampicanti. A dare un tocco originale ci pensano il legno, la juta e drappi di stoffe da abbinare al colore predominante per uno stile country chic, natural botanic o vintage.

Pampas grass – Cortaderia selloana – la più recente ossessione nel design floreale. Disponibile tutto l’anno, spopola negli anni Settanta per tornare nel 2018 coi matrimoni vip di Kaley Cuoco e Mandy Moore. Ha una bella consistenza piumata e asciuga meravigliosamente. Nasce con una tonalità neutra (tipo grano) ma può essere facilmente tinta per interpretare vari stili di cerimonia: rustico, boho, vintage, moderno, romantico. Le spose possono dire addio alla preoccupazione per i fiori freschi optando per i secchi! Da portare a casa dopo le nozze e rinvasare secondo i propri gusti.