Il #Turpellaswedding, ossia il Sì di Paola Turani al suo Riccardo Serpellini, è stato il matrimonio più atteso, e di conseguenza più seguito, dal pubblico di Instagram. L’influencer e modella si è lasciata guidare nella scelta del suo abito – o meglio dei suoi abiti – per il gran giorno dal team di Atelier Emè. Raffaella Fusetti, direttore creativo della maison, ci ha raccontato il percorso e la realizzazione dell’abito dei sogni di Paola.

Paola Turani. Influencer e modella, fisico perfetto e dal passato stilistico decisamente impegnativo – nella sua carriera ha indossato praticamente ogni tipologia di abito, white dress compreso. Com’è stato realizzare il suo abito da sposa?

Con Paola si è creato subito un bel feeling, proprio come accade con tutte le spose che passano nel nostro atelier. Vivere con lei questo momento è stato decisamente piacevole perché è esattamente come la si vede sui social: piena di energia, spiritosa, alla mano e autoironica e amante degli animali. Inoltre Paola, essendo abituata ad indossare ogni tipologia di abito, era consapevole della propria fisicità e decisa dell’abito giusto per il giorno del Sì.

Tre cambi di abito per tre stili completamente differenti. Partiamo dal primo. Romantico e con lo strascico per una moderna principessa. Da dove è partita l’ispirazione per questa creazione?

Per Paola sono stati creati tre abiti diversi perché voleva vivere ogni momento del suo matrimonio con uno spirito differente, distinguendo così perfettamente ogni parte della cerimonia e del ricevimento. Ovviamente per il primo, legato allo scambio delle promesse, è stato scelto un mood più romantico. Come la tradizione vuole, la sposa è arrivata al braccio del papà super emozionata: il Sì è stato celebrato avvolto dalla moltitudine di amici e affetti sinceri, coronato dalla presenza dei suoi due bellissimi cani che hanno portato le fedi. Pertanto, la scelta è ricaduta su un colore estremamente sentimentale come il rosa blush, enfatizzato ancor di più da una nuvola di tulle e ricami di cristalli per rispettare la tradizione aggiungendo un tocco di originalità.

Super sexy il secondo abito. Un cambio look che ha sorpreso gli ospiti, reali e virtuali… Perché la scelta di questo modello?

Per il primo cambio look, Paola ha scelto un modello a sirena con un piccolo strascico e completamente impreziosito da intarsi di pizzo che lasciano intravedere la schiena in modo sexy. Bellissima e sensuale, femminile senza troppe ostentazioni, la sposa, che ha indossato questo modello per tutta la durata della cena fino al taglio della torta, si è goduta assieme ai suoi invitati il party fin da subito.

Corto con le frange e super luccicante il terzo abito, perfetto per la pista da ballo…

Moderno e inaspettato, il terzo abito è stato sicuramente il più apprezzato. Completamente distante dagli altri due ma in linea con la personalità di Paola, il secondo cambio look è stato originale e divertente, pensato per la pista da ballo: un modello corto, luminosissimo, realizzato in baguette di cristalli.

Le followers della Turani sono impazzite per questi abiti. Sarà possibile trovarli nella nuova collezione?

Gli abiti indossati da Paola Turani fanno parte di un percorso creativo che si inizia e vede protagoniste tutte le nostre spose. Per loro abbiamo ideato la linea Emè Unica: realizziamo capi unici ed esclusivi, dal bozzetto ai materiali, dalla scelta delle linee alle stoffe passando per i dettagli. Il grande successo avuto e la risonanza di questo matrimonio ha sicuramente generato numerosissime richieste ma ci ha anche ispirato per la realizzazione di abiti dallo stesso mood, per linee, materiali o nuance di colore, in modo che ogni sposa possa sentirsi speciale e protagonista di un sogno come lo è stato per Paola.